Cannubi

Cannubi

Cannubi è la collina lunga e gradualmente crescente posta al centro dell’area del Barolo. Lì i suoli di epoca Elveziana e Tortoniana si incontrano e si amalgamano originando marne grigio-bluastre ricche di carbonati di magnesio e manganese che, in superficie, diventano di tonalità grigio-biancastra in seguito all’azione degli agenti atmosferici: argille miste a sabbie finissime, impregnate di una forte componente calcarea di carbonato di magnesio e manganese. Tecnicamente definite Marne di Sant’Agata fossili, ma in gergo conosciute col termine Toû, sono composte mediamente da argille 55%, sabbie 30% e calcare 15%. Circondata da sistemi collinari più alti, è protetta dalle perturbazioni e dall’eccessiva ventilazione e gode di un microclima del tutto particolare, unico. I Vigneti, esposti ad est, sud-est sono mappati al foglio 7 particelle 44, 170, 219, 231, 235, 242 del Comune di Barolo.

Zona di produzione:
Comune di Barolo
Altitudine:
300 circa s.l.m.
Età media:
55 anni
Allevamento:
controspalliera, sistema di potatura Guyot
Produzione per ceppo:
1,5 - 2 Kg
Ceppi per ettaro:
4000
Play Video

Vini prodotti da questo vigneto