Vendemmia 2000
martedì, 26 Settembre, 2000

Vendemmia 2000

Ancora una grande annata

Nella Langa e nel Roero l’inverno è decorso mite con scarse precipitazioni nevose, favorendo un germogliamento precoce di tutte le varietà. Ad una primavera piovosa, con rischio elevato di attacchi peronosporici, ha fatto seguito un lungo periodo soleggiato e ventilato, durante il quale si sono susseguite le fasi di allegagione e di ingrossamento degli acini. L’invaiatura si è svolta regolarmente in condizioni atmosferiche favorevoli. Da metà agosto a metà settembre il sud Piemonte è stato interessato da anticicloni che hanno regalato al territorio un lungo periodo soleggiato, con temperature molto elevate e condizioni ottimali per la maturazione dei grappoli.

Dalla seconda quindicina di settembre si è assistito ad un progressivo cambiamento delle condizioni aatmosferiche con l’alternarsi di periodi nuvolosi e piovosi a giornate soleggiate, per poi stabilizzarsi sul bel tempo e temperature più fresche. Le varietà tardive quali Nebbiolo e Barbera sono arrivate al mese di settembre in ottime condizioni sanitarie, avvantaggiandosi delle condizioni climatiche, caratterizzate da occasionali piogge alternate a periodi soleggiati e temperature gradualmente in discesa che hanno consentito di conservare una giusta turgidità dell’acino e la regolare conclusione del processo di maturazione.

I vini a base Nebbiolo delle denominazioni Barolo, Barbaresco, Roero e Nebbiolo d’Alba si presentano con gradazioni alcoliche elevate, colori intensi, profumi ampi e complessi, ottima struttura e notevole ricchezza fenolica. Tutte queste caratteristiche fanno pensare a vini con cinque stelle, in grado di affrontare con notevole successo il palcoscenico mondiale e con una grande attitudine alla longevità. Con il millesimo 2000 sono sei le annate consecutive che ci regalano vini con caratteristiche fuori dal comune.

Potrebbero interessarti