“Bric Amel” vino e miele
giovedì, 1 Dicembre, 2016

“Bric Amel” vino e miele

Bric Amel è un miele limpido, fragrante, fruttato, dal sapore delicato e persistente: così pregiato anche per la fioritura molto breve cd intensa dei fiori di acacia. Nasce su colline ripide, sui “bricchi”, là dove le vigne si contendono lo spazio con i boschi, in particolare quelli di acacia: una pianta spontanea, dalla crescita disordinata, ben radicata e, quindi, molto adatta per tenuta dei suoli scoscesi, ma coi fusti coperti di spine e dalle chiome così folte da rendere difficile, anche per i trifolau, penetrare nei boschi. Le api no, non hanno queste difficoltà: raggiungono dall’alto le ampie chiome ricche di fiori profumati e dolcissimi e ne bottinano il nettare pregiatissimo, che permette al miele di restare liquido a luogo, senza cristallizzare.

Tante sono le affinità che legano il miele al vino.
Gli antichi Greci chiamavano iI miele “cibo degli dei” e il vino “nettare degli dei” … Come il vino, il miele deve tutte le sue caratteristiche alla natura: territorio, microclima, piante, api e salubrità dell’ambiente. “Bric Amel” è la sublimazione di una bontà che trae origine da luoghi ove la viticoltura è esercitata in modo sostenibile con grande rispetto per l’ambiente e attenzione a mantenere il più possibile inalterato il suo equilibrio.

Miele “Bric Amel”

Potrebbero interessarti